Il metodo consiste, al pari delle più innovative scuole di formazione nei diversi campi (questo metodo è ormai il più utilizzato, ad esempio, per imparare una lingua straniera), nel permettere agli allievi di sperimentarsi presto come insegnanti. Secondo il principio "il miglior modo per imparare qualcosa è insegnarlo" gli allievi entrano presto in aula come insegnanti.
C'è di più: gli allievi, supportati dai docenti, creano le lezioni ad hoc per i loro allievi (non sequenze da imparare a memoria ad esempio).Questo sistema è molto utile per rendere i futuri istruttori più autonomi e più sicuri di sé; inoltre  diventa essenziale quando ci rivolgiamo a classi di allievi con problematiche specifiche, per le quali esiste ben poca letteratura sull'argomento.
Così ad esempio abbiamo creato lezioni ad hoc per i sordomuti, per i pazienti con sclerosi multipla, per pazienti dipendenti dall'alcool ecc.

La nostra mission: sviluppare la creatività di ciascuno,  che è  la più straordinaria risorsa dell' essere umano (conseguenza dell'armoniosa unione tra emisfero razionale e irrazionale), qualità spesso svalutata  in molti ambienti di lavoro (che seguono il modello "esegui e non pensare").
Risultato? Il 90% degli allievi iscritti diventa effettivamente insegnante.